Anatasio, brookite e rutilo dalle Alpi

I polimorfi dell’ossido di titanio (TiO2) sono tra i minerali più ricercati tra quelli delle Alpi. Il rutilo rispetto ad anatasio e brookite, è il più comune dei tre e si può trovare anche in cristalli macroscopici che superano il cm di lunghezza, mentre anatasio e brookite sono molto più rari e compaiono spesso in cristalli di qualche millimetro, apprezzabili quindi solo con un microscopio o una lente.

Questi tre minerali, sebbene abbiano la stessa formula chimica, hanno forme e colori molto differenti:

  • Il rutilo compare in cristalli prismatici, spesso allungati, di colore giallo o rosso, fino a nero con lucentezza metallica. Spesso sono raggruppati in aggregati raggiati (varietà sagenite) mentre più raramente compaiono cristalli singoli. Tipica la geminazione “a ginocchio”. Questo minerale appartiene al sistema cristallino tetragonale.
  • L’anatasio è caratterizzato per cristalli bipidamidali con lucentezza adamantina. Il colore varia da nero, marrone a giallo e spesso sono trasparenti. Questa specie appartiene al sistema cristallino tetragonale.
  • La brookite presenta cristalli tabulari appiattiti con terminazione a punta, spesso rigati longitudinalmente allo sviluppo. Sono spesso trasparenti con lucentezza vitrea. Molto caratteristica la geminazione contraddistinta da due cristalli adiacenti separati da una riga nera molto accentuata. Questo minerale appartiene al sistema cristallino ortorombico.

Questi tre minerali molto raramente si rinvengono associati (quindi presenti contemporaneamente) in una stessa località, mentre rutilo ed anatasio spesso si ritrovano insieme. Delle 3 forme, la brookite è la fase più instabile e tende a trasformarsi nella fase più stabile del rutilo. Questo spiega perché sia un minerale raro.

La genesi di questi minerali è idrotermale, legata alla circolazione di fluidi caldi in rocce metamorfiche ofiolitiche (spesso gneiss e paragneiss) dove sono presenti miche ricche in titanio, come la biotite. Il titanio lisciviato dai fluidi che attraversano la roccia, viene ridepositato sottoforma di ossido di titanio cristallizzando sottoforma di rutilo, anatasio o brookite.

Propongo qui sotto le foto di alcuni campioni della mia collezione, provenienti dalle seguenti località:

  • Hochfernerspitze, Pfitsch (Val di Vizze), South Tirol (Alto Adige), Italia;
  • Lappach (Lappago), Mühlwald (Selva dei Molini), South Tirol (Alto Adige), Italia;
  • Monte Bregaceto, Borzonasca, Genova, Liguria, Italia;
  • Lodrino, Riviera, Ticino, Svizzera;
  • Selva, Tujetsch, Grisons, Svizzera;

Foto e collezione D. Corò. Vietata la copia e la diffusione senza richiesta.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close